01 BH Circolari covid 19 11 24marzo

 

Osservatorio bandi CNI report settimanale delle anomalie e delle segnalazioni settimana nr 44/2021

Al fine di favorire la corretta applicazione delle norme in materia di Affidamenti di Servizi di Ingegneria e Architettura il Consiglio Nazionale Degli Ingegneri ha attivato dal gennaio 2018 un proprio Osservatorio Bandi coordinato dal Consigliere delegato ai LL.PP. e ai SIA ing. Michele Lapenna. L’Osservatorio Bandi CNI,  con il supporto della Fondazione CNI, svolge settimanalmente una azione di contrasto dei bandi ritenuti anomali. Nel corso dei primi due anni l’Osservatorio ha esaminato circa 3.000 Bandi è ha inviato circa 600 segnalazioni alle Stazioni Appaltanti ricevendo circa 350 riscontri positivi. Di seguito si riporta il Report delle segnalazioni di anomalie relative alla settimana 44/2021 (2-5 novembre).

Scarica il Resoconto lettere uscita Bandi-settimana 44-2021

Nella settimana nr 44/2021 - (2-5 novembre) l'Osservatorio Bandi CNI ha esaminato 28 bandi individuando 2 situazioni di anomalie come di seguito riassunto.


BANDO 1

ENTE APPALTANTE: MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI PROVVEDITORATO INTERREGIONALE OO.PP. SICILIA CALABRIA - PIAZZA VERDI 16 - 90100 - PALERMO - (PA)

OGGETTO/INCARICO: Lettera d'invito di affidamento del servizio di progettazione definitiva ed esecutiva concernente gli interventi di m.s. finalizzati all'adeguamento architettonico, edile ed impiantistico del posto fisso della polizia di stato sito a Tortorici (me).

IMPORTO (base asta): 15.000,00

PROCEDURA:
non presente

CRITERIO: Massimo ribasso

SEGNALAZIONE DI ANOMALIA: Si richiedono chiarimenti in merito all’applicazione di una unica ID opere, in difformità a quanto previsto dagli articoli 2, 3 e 4 del D.M. 17/06/2016, e la conseguente mancata suddivisione del quadro economico nelle categorie costituenti l’opera. L’erronea applicazione di un’unica ID opere, oltre a determinare una sottostima della base d’asta e quindi un ribasso fittizio, falsa i riferimenti necessari per la definizione dei requisiti tecnici dei concorrenti, rendendo la procedura di gara illegittima. Nello specifico, risuta omessa l'indicazione delle seguenti prestazioni del livello progettuale definitivo: QbII.01,3,5. Pertanto si è proceduto a segnalare tale anomalia all'Anac.


BANDO 2

ENTE APPALTANTE: COMUNE DI BUCCHIANICO - P.ZZA S. CAMILLO DE LELLIS N° 32 - 66011 - BUCCHIANICO - (CH)

OGGETTO/INCARICO: Procedura aperta telematica per l’ affidamento di servizi tecnici attinenti all’architettura e ingegneria relativamente all’ aggiornamento del progetto definitivo ed alla redazione del progetto esecutivo, nonché' il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, la d.l. ed attività connesse, per l’intervento scuola amata - demolizione e ricostruzione in fasi parziali della scuola dell'infanzia primaria e secondaria di primo grado e rigenerazione dello spazio ove è situato il plesso scolastico istituto comprensivo di Bucchianico. durata 105 gg.

IMPORTO (base asta): 254.430,89

PROCEDURA:
procedura aperta

CRITERIO: Miglior rapporto qualità prezzo

SEGNALAZIONE DI ANOMALIA: Si richiedono chiarimenti in merito all’applicazione di una unica ID opere, in difformità a quanto previsto dagli articoli 2, 3 e 4 del D.M. 17/06/2016, e la conseguente mancata suddivisione del quadro economico nelle categorie costituenti l’opera. L’erronea applicazione di un’unica ID opere, oltre a determinare una sottostima della base d’asta e quindi un ribasso fittizio, falsa i riferimenti necessari per la definizione dei requisiti tecnici dei concorrenti, rendendo la procedura di gara illegittima.  Inooltre, appare illegittima l’applicazione di un ribasso percentuale sull’importo da porre a base d’asta calcolato ai sensi del citato DM. Al riguardo, appare opportuno precisare che non trova rilievo quanto indicato nella circolare del Presidente della Regione Abruzzo n. 189416/SQ del 17.05.2015. L’attuale quadro ordinamentale, infatti, al fine di determinare correttamente la base d’asta per l’affidamento di un servizio di ingegneria e architettura impone il rispetto di quanto contenuto all’art. 24 del d. lgs. n. 50/2016 nonché, dal DM 17/06/2016. Pertanto si è proceduto a segnalare tale anomalia all'Anac.