01 BH Circolari covid 19 11 24marzo

 

C3i

 COMITATO ITALIANO INGEGNERIA                    DELL’INFORMAZIONE                          

LogoC3i grande

c3i

visita la pagina facebook   visita la pagina in_logo.jpg             canale Telegram facebook

Il C3i è composto dagli ingegneri dell'informazione iscritti agli Ordini territoriali che abbiano avuto delega del Consiglio Direttivo del proprio Ordine territoriale, inoltre ne fanno parte il Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri due Consiglieri CNI, tra cui, il Consigliere delegato per materia.

Il Comitato Italiano dell’Ingegneria dell'Informazione (denominato in forma sintetica C3i) è costituito presso il Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI).

SCOPI

Scopo del C3i è di promuovere e valorizzare la figura e il ruolo professionale degli ingegneri dell’Informazione, nonché di favorire il coordinamento delle attività svolte dagli Ordini degli ingegneri territoriali, negli ambiti dell’ingegneria dell’informazione.

In particolare,  il C3i

  •  Promuove la diffusione della cultura digitale e del processo di digitalizzazione del Paese;
  • Supporta la cooperazione tra gli Ordini, le Federazioni, le Consulte e gli Organismi delle professioni in cui il CNI è presente, negli ambiti dell’ingegneria dell'informazione;
  • Favorisce la condivisione delle esperienze formative sui temi tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni;
  • Contribuisce alla formulazione di proposte di norme e regolamenti che riguardano il settore dell’informazione e delle comunicazioni;
  • Offre supporto agli Ordini territoriali che non hanno ancora istituito Commissioni o Gruppi di Lavoro specifici del settore;
  • Offre supporto ai gruppi di lavoro istituiti presso: Ordini territoriali, Federazioni, Consulte, CNI ed organismi delle professioni in cui il CNI è presente, in tutti i casi in cui il team di lavoro  l’obiettivo del gruppo di lavoro ha necessità di competenze tipiche del settore dell’ingegneria dell’informazione.
  • Il C3i è inoltre un supporto del CNI e dei suoi Organismi sulle tematiche che coinvolgono l’Ingegneria dell’Informazione.

STATUTO

Statuto C3i

ASSEMBLEA DEI DELEGATI

- L’Assemblea dei Delegati è composta dai Delegati degli Ordini territoriali e dal Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri e due Consiglieri CNI delegati.
- Ogni Ordine territoriale può aderire al C3i nominando un Delegato ed un suo Sostituto che restano in carica sino alla nomina dei successori, che può essere effettuata liberamente dagli Ordini in qualunque momento. Ogni Delegato ha diritto ad un voto sugli argomenti posti all’ordine del giorno.

CONSIGLIO OPERATIVO

Il Consiglio Operativo del C3i è composto da: 

- il Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri : ing. Armando Zambrano

- il Coordinatore del Consiglio Operativo, nominato, dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri, tra i cinque Consiglieri eletti dall’Assemblea dei Delegati : ing. Alessandro Astorino

- due Consiglieri, nominati dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri, tra cui il Consigliere del CNI delegato per materia : ing. Roberto Orvieto (Consigliere CNI, Delegato ICT), ing. Angelo Valsecchi (Consigliere Segretario CNI)

- cinque Consiglieri scelti tra i Delegati C3i, eletti dall’Assemblea dei Delegati C3i: ingg. Gennaro Annunziata, Mario Ascari, Alessandro Astorino, Diego Franzoni, Massimo Staniscia

GRUPPI DI LAVORO

Il Consiglio Operativo del C3i ha, attualmente, dato vita a 5 gruppi di lavoro:

Appalti Pubblici in ambito ICT - Monitoraggio Bandi e Concorsi - (coordinatore ing. Diego Franzoni)

- Certificazione delle Competenze per l'Ingegnere - (coordinatore ing. Massimo Staniscia)

- Cyber Security - (coordinatore ing. Gennaro Annunziata)

- Industria 4.0, innovation Manager, Digital Transformation - (coordinatore ing. Mario Ascari)

- Sanità Digitale - (coordinatore ing. Alessandro Astorino)

AZIONI

Il C3i si occupa di coordinare azioni di sensibilizzazione e diffusione delle best practices a livello Nazionale e proporre al legislatore normative, nel rispetto della concorrenza, che garantiscano la competenza, la qualità e la sicurezza nel mondo ICT.

In particolare:

  • Stimolare la cooperazione e le sinergie tra le Commissioni dell’Ingegneria dell’Informazione delle sedi provinciali e regionali.
  • Promuovere la figura del Ingegnere dell’Informazione organizzando eventi per valorizzarne e tutelarne il ruolo.
  • Fungere da osservatorio sulle tecnologie e sul mercato ICT.
  • Fornire supporto agli iscritti del settore ICT.
  • Stimolare un approccio omogeneo in ambito contrattualistico.
  • Promuovere la crescita professionale e l’attività didattica.

 L'INGEGNERE DELL'INFORMAZIONE

L'ingegnere dell'Informazione è un professionista iscritto al settore dell'ingegneria dell'Informazione dell'Ordine degli Ingegneri. Questi professionisti operano in generale nella varie branche del settore ICT (Information and Communication Technology).

Cosa fanno gli ingegneri dell'infomazione ? Quali sono i loro compiti?

L'art. 46 del DPR n. 328/01 specifica che i compiti degli ingegneri del III settore, alias settore dell'ingegneria dell'informazione, sono:

  • la pianificazione;
  • la progettazione;
  • lo sviluppo, la direzione lavori, la stima, il collaudo e la gestione di:
    • impianti e sistemi elettronici;
    • automazione, generazione, trasmissione ed elaborazione delle informazioni.

Tali impianti e sistemi sono noti anche come sistemi informatici, ovvero come quegli insiemi di hardware e software finalizzati alla produzione, al trattamento, alla conservazione e alla trasmissione delle informazioni, di qualsiasi natura e sotto qualsiasi forma. A tale categoria appartengono anche quelle apparecchiature elettroniche inglobate (embedded) in altre apparecchiature, mobili o fisse, che contribuiscono, in tutto o in parte, con software precaricato, al loro controllo nell’ambito delle opere di ingegneria civile e/o industriale, nonché i meccanismi elettronici quali quelli per il controllo di impianti di produzione (sistemi di automazione industriale) e sistemi di automazione civile.

Se in alcuni casi la classificazione è netta (sistemi automatici di gestione e controllo di infrastrutture, strutture militari, porti aeroporti, stazioni ferroviarie, ministeri, enti locali, tribunali, data warehouse, reti locali, reti geografiche, server di vari tipo, etc.) in altri casi lo è meno e si possono creare delle sovrapposizioni con altri settori dell'ingegneria. Un'altro aspetto importante riguarda la classificazione tra lavori e forniture, negli appalti pubblici, la cui distinzione è fondamentale, perché nel primo caso sono necessari la progettazione, la direzione lavori ed il collaudo da parte di un professionista del settore iscritto all'albo.

 

10 BUONI MOTIVI PER ISCRIVERSI ALL'ORDINE DEGLI INGEGNERI

Ci sono ingegneri dipendenti dell'amministrazione pubblica, ingegneri dipendenti di aziende pubbliche, ingegneri dipendenti di aziende private, ingegneri liberi professionisti. Ci sono ingegneri del settore civile e ambientale, ingegneri del settore industriale, ingegneri del settore dell'informazione (ICT). Ci sono ingegneri iunior e ingegneri magistrali, ingegneri giovani e ingegneri di esperienza.

Per l'Ordine sono tutti ingegneri che possono collaborare, crescere e imparare insieme, dando il loro contributo alla società

Come ingegneri dell'informazione vogliamo esporre i vantaggi, per i laureati nel settore dell'informazione (elettronici, meccatronici, robotici, delle telecomunicazioni, informatici, biomedici, dell'automazione, gestionali e non solo), nel conseguire l'Esame di Stato e nell'iscrizione all’Ordine degli ingegneri.

Oltre a poter usare appieno, secondo la Legge, il titolo di ingegnere, di seguito riportiamo 10 BUONI MOTIVI del perchè è importante l'iscrizione all’Ordine degli ingegneri:

1. perché attesterai la tua professionalità ed entrerai a far parte di una comunità di colleghi, con cui si condividono saperi, pratiche professionali, esperienze, in cui anche Tu potrai essere protagonista;

2. per poter compiere atti professionali, firmando progetti di impianti elettronici, di telecomunicazioni, di trasmissione dati, di automazione, come previsto dal D.M. 37/2008;

3. per poter fornire un servizio alle imprese, con le perizie nell’ambito delle agevolazioni sugli investimenti previsti dal programma Industria 4.0;

4. perché l’iscritto ha visibilità del mondo del lavoro, potendo utilizzare gli strumenti, le piattaforme e le opportunità messe a disposizione dall'Ordine e dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri (come ad esempio bandi, working, cert'ing, servizi da e per l'estero);

5. per poter partecipare ai processi di crescita e sviluppo sociale e culturale della comunità, potendo essere componente attivo in gruppi di lavoro e commissioni locali e nazionali;

6. perché permette di essere sempre aggiornato sulle novità tecniche / normative e, in generale, sul mondo dell'ingegneria dell'informazione, con un programma di continuo sviluppo professionale (aggiornamento della competenza professionale);

7. per poter essere dirigente ingegnere e dirigente analista, nelle aziende sanitarie pubbliche come previsto dagli art. 62 e 66 del DPR n. 483 del 1997;

8. perché si può essere componente in commissioni di gara in appalti nel settore ICT, si possono eseguire collaudi* e si può svolgere il ruolo di direttore tecnico* di società di ingegneria (* se si è iscritti da oltre 10 anni);

9. perché, se intendi fare il libero professionista, l'iscrizione all’ente previdenziale INARCASSA permette di ottenere un trattamento contributivo e pensionistico più favorevole rispetto all'INPS;

10. per poter godere di servizi gratuiti e di importanti offerte, nell'acquisto di assicurazioni, servizi e beni, non solo professionali, in forza di agevolazioni o convenzioni per grandi gruppi;  una tra molti, la consultazione di tutte le norme CEI ed UNI e degli standard ISO ad un prezzo "unico" molto basso (normalmente vendute per singolo documento).

 

EVENTI

 03/05/2021  𝗖𝗢𝗡𝗡𝗘𝗧𝗧𝗜𝗩𝗜𝗧À 𝗔𝗟 𝗚𝗜𝗚𝗔𝗕𝗜𝗧 𝗲 𝗽𝗿𝗲𝘀𝗲𝗻𝘁𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗱𝗲𝗹 𝗖𝟯𝗶 - (evento C3i - CNI) - vedi la locandina -  iscirviti all'evento

 

vedi tutti gli eventi CNI

 

EVENTI DAL TERRITORIO

Eventi in tema ingegneria dell'informazione, segnalati dal territorio, ad iscrizione aperta:

 (al momento non disponiamo di segnalazioni di eventi dal territorio)

ATTIVITA'

Repository eventi di particolare importanza organizzati dal Comitato C3i:

09/03/2021  Il nuovo piano nazionale Transizione 4.0 - Agevolazioni, perizie e responsabilità - (evento C3i - CNI) - locandina - scarica le slides - vedi il video dell'evento

16/03/2021  I sistemi di interoperabilità nei servizi del futuro: fascicolo del cittadino – Case study - (evento C3i - CNI) - locandina - scarica le slides  

10/03/2021  Il partenariato pubblico-privato nel servizio sanitario nazionale - (evento C3i - CNI) - locandina     

28/01/2021  Codice degli appalti e infrastrutture digitali nelle pubbliche amministrazioni - (evento C3i - CNI)  - locandinascarica le slides - vedi il video dell'evento

14/01/2021  La trasformazione digitale delle pubbliche amministrazioni - (evento C3i - CNI) - locandina - vedi il video dell'evento

17/12/2020  Focus intelligenza artificiale - Applicazioni e strategie - (evento organizzato dal nuovo Dipartimento Ingegneria dell'informazione della Consulta Ordini Ingegneri Sicilia) - locandina  (in attesa delle slides dei relatori)

10/12/2020 La Cyber Security nel contesto Nazionale - Scenario e strumenti di protezione a supporto degli Ingegneri  - (evento C3i - CNI) - scarica le slides - vedi il video dell'evento

06/11/2020 Intelligenza Artificiale sfide, opportunità ed insidie  - (evento C3i - CNI) - locandina vedi il video dell'evento

27/11/2020 Rivoluzione Digitale in Sanità sviluppi tecnologici, finanziari e normativi   - (evento C3i - CNIvedi il video dell'evento

01/07/2020 La digital transformation dell'intero sistema sanitario - (evento CNI- vedi il video dell'evento

 

CONTATTI

Il C3i ha sede presso il Consiglio Nazionale degli Ingegneri, in Roma, via XX Settembre, 5 - Gmaps

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.